Home

In evidenza

Un recente rapporto del FMI consente di formulare alcuni interrogativi circa i principi che regolano l'orientamento e le politiche del Fondo stesso in questa particolare e ormai lunga congiuntura che vede i paesi del Mediterraneo al centro delle "attenzioni" di questa organizzazione sovranazionale.   Per prima cosa è opportuno esporre brevemente i contenuti del citato rapporto. In sostanza il Fondo lancia un segnale di allarme per quei paesi dell'eurozona nei quali è evidente una forte tendenza all'invecchiamento della popolazione e, parallelamente, è manifesta una crisi del debito pubblico, una forte disoccupazione e debolezza economica. Si tratta dei paesi mediterranei, Italia, Spagna...
Negli ultimi mesi i rapporti tra Berlino e Ankara si stanno sempre più raffreddando. Il cancelliere tedesco Angela Merkel si sta adoperando per far si che le relazioni reciproche non si allentino eccessivamente anche se la congiuntura internazionale non è delle più facili. A rendere la situazione ancor più difficile è giunta recentemente la rivelazione da parte di un canale televisivo tedesco di un documento riservato che mostra come il partito del presidente Erdogan AKP abbia stretto rapporti sempre più intensi con gruppi di islamisti radicali come ad esempio Hamas in Palestina, i Fratelli Musulmani in Egitto ed i gruppi islamisti siriani. Il documento in questione è un rapporto dei...
Ad una settimana circa di distanza dal tentato colpo di stato contro il presidente Erdogan i dubbi e i punti oscuri del fatto anziché diminuire aumentano e se le voci circolanti con insistenza secondo le quali il fallito golpe sia stato "orchestrato" dallo stesso Erdogan sembrano esagerate, rimane tuttavia evidente il fatto che a beneficiare di tutti i successivi sviluppi è stato e probabilmente lo sarà ancora a lungo lo stesso presidente turco. Come che sia la situazione e sia che Erdogan abbia ricevuto informazioni sull'imminente azione dei militari da parte dei servizi segreti turchi Mit (come sostengono alcuni organi di informazione interni al paese) sia che ne fosse all'oscuro, quel che...
Il giorno dopo il tentato golpe militare in Turchia la situazione interna nel paese permane naturalmente incerta e fluida ma alcuni osservatori internazionali mettono in luce possibili scenari di medio termine. Per prima cosa il ruolo istituzionale dell'esercito ne esce decisamente indebolito pur tenendo conto del fatto che con ogni probabilità soltanto una minoranza delle forze armate ha preso parte all'iniziativa golpista di ieri notte. Di contro il potere e la posizione di Erdogan ne escono rafforzati e ciò che bisogna attendere saranno le misure che il presidente turco vorrà adottare tra le forze armate, negli apparati di sicurezza e nelle istituzioni civili tra cui certamente anche la magistratura....
Il Governo di Serraj è ormai stabilmente a Tripoli da tre mesi, nonostante il ripetuto venir meno del numero legale del Parlamento di Tobruk che avrebbe dovuto consacrarne la legittimità. Il suo insediamento, avvenuto nella massima sicurezza e senza che il Governo islamista opponesse resistenza è stato anche un successo della nostra diplomazia e del generale Paolo Serra che hanno lavorato duramente e dietro le quinte perché ciò accadesse. In queste ultime settimane, dunque, gli equilibri all’interno della Libia e più in generale, quelli fra i Paesi stranieri interessati alle sue dinamiche stanno gradualmente mutando. Il Governo di Tobruk, unico internazionalmente riconosciuto e per questo...
L'esito del referendum in Gran Bretagna pone rilevanti questioni in merito al futuro dell'Unione Europea e di conseguenza alle ripercussioni che esso potrebbe avere sui paesi della sponda mediterranea appartenenti all'Unione. In particolare ci sarà certamente una risistemazione degli equilibri di potere interni all'Unione Europea. Già l'altro ieri il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker ha sottolineato un dato molto importante e ciò che Berlino dovrà svolgere un ruolo ancora più "centrale" dopo il voto britannico. A partire da lunedì la cancelliera Angela Merkel ha convocato a Berlino il presidente francese Francois Hollande, il primo ministro...
Un sanguinoso attacco terroristico ha colpito ieri l'aeroporto di Istanbul Ataturk causando almeno quarantuno vittime e 239 feriti. La dinamica dell'attentato è ancora al vaglio delle autorità inquirenti ma sembrerebbe che almeno tre persone, arrivate in taxi all'aeroporto, abbiano cominciato ad aprire il fuoco davanti all'ingresso di uno dei due terminal, quello internazionale, per poi farsi saltare in aria dopo la reazione delle forze di polizia. Al momento non c'è stata alcuna rivendicazione ma le autorità turche ritengono che dai primi elementi si possa dedurre la matrice dell'Isis mentre le autopsie dei corpi dei tre attentatori suggeriscono si tratti di stranieri la cui nazionalit...
Sembra ormai essere una questione di giorni il ristabilimento dei rapporti tra Ankara e Tel Aviv dopo la rottura che si era manifestata sei anni fa, nel maggio 2010, a seguito dell'attacco che i commandos israeliani avevano operato contro la nave turca "Mavi Marmara" che stava navigando assieme ad altre imbarcazioni in acque internazionali con destinazione il porto di Gaza. A seguito dell'assalto dei militari israeliani persero la vita un cittadino turco-americano e otto attivisti turchi mentre un ferito in stato di coma morì un anno dopo. Due importanti periodici come Hurreiyet (turco) e Haaretz (israeliano) hanno recentemente pubblicato articoli nei quali si sostiene che sia molto probabile che le trattative...
Domenica prossima in Spagna è attesa una nuova tornata elettorale. Come abbiamo avuto modo di sottolineare su queste colonne, l'esito del confronto rimane incerto non tanto per quel che riguarda le posizioni dei partiti e degli schieramenti antagonisti quanto piuttosto sul tipo di esecutivo che tale posizionamento e le percentuali ad esso legate, potranno permettere che si formi. Le elezioni autunnali del vicino Portogallo, nazione che, pur nelle grandi diversità economiche, sociali e politiche, vive un momento storico simile a quello spagnolo, hanno decretato, benché con grandi difficoltà e incertezze, una svolta politica con la nascita di un governo progressista dopo anni di austerità gestita...
Il decimo congresso del partito Ennahda, che si è concluso il 7 giugno scorso, con la decisione di separare le attività politiche da quelle religiose, ha rappresentato, di certo, un momento storico del processo democratico tunisino. La storia stessa del “Partito della rinascita” può essere riconosciuta come uno degli elementi chiave per comprendere l’eccezionalità della primavera araba tunisina. La formazione tunisina islamista nacque, dunque, nel 1981 con il nome di “Movimento della tendenza islamica” e si ispirava alla Fratellanza musulmana egiziana; sotto il regime di Bourghiba fu dichiarato fuori legge e i suoi membri perseguitati, quando Ben Alì prese il potere con...
Domenica si svolgeranno nei Paesi Baschi e in Galizia le elezioni locali e i risultati potrebbero condizionare in maniera decisiva gli equilibri politici nazionali in Spagna, ormai da molti mesi bloccati nella ricerca rimasta senza esito di un nuovo esecutivo. L'articolo dell'Ansa focalizza la sua attenzione sulle possibili ripercussioni del voto regionale all'interno del Partito Socialista e in particolare sul suo attuale leader Pedro Sanchez la cui linea di intransigenza verso un accordo di governo con Mariano Rajoy potrebbe essere messa in discussione dalla presidentessa dell'Andalusia Susana Diaz in caso di fallimento in Galizia e Paesi Baschi. Una eventuale resa dei conti, sostiene l'Ansa, potrebbe verificarsi il...
Un attentatore suicida ha provocato la morte di decine di persone e il ferimento di quasi cento tra gli invitati ad un matrimonio curdo a Gaziantep, nel sud-est della Turchia in prossimità col confine siriano. È quanto riferisce in un suo articolo l'Ansa precisando che le autorità di polizia hanno addossato la responsabilità del gesto all'Isis. Il presidente Erdogan, citato da un'agenzia turca di informazione, ha dichiarato che il paese non si farà intimidire dal terrorismo che vuole fare leva sui settarismi etnici, aggiungendo che Isis, Pkk e "l'organizzazione terroristica di Gulen" sono sullo stesso piano e che vi è differenza tra loro da questo punto di vista. Leggi...
L'edizione mediterranea dell'agenzia Ansa pubblica un articolo sul recente stanziamento da parte dell'Unione Europea di undici milioni di euro nell'ambito dei fondi di sicurezza per rafforzare le fasi di accoglienza e registrazione dei migranti diretti via mare in Italia e Grecia. Roma ha ricevuto complessivamente tre milioni e duecentomila euro (da aggiungersi agli oltre 592 milioni stanziati per il periodo 2014-2020 dai fondi Amif e Isf) mentre Atene circa 10 milioni e mezzo. I fondi in Italia verranno indirizzati a Guardia di Finanza e Marina per l'acquisto di approvvigionamenti alimentari di bordo e le attrezzature tecniche sanitarie per gli operatori attivi sulle navi. Leggi l'articolo 
Il francese France24 pubblica un articolo sul primo caso in Spagna di neonato affetto da microcefalia a causa del virus zika. Il caso è stato segnalato a Barcellona ma i dettagli sul luogo nel quale la madre può aver contratto il virus non sono stati comunicati dalle autorità ospedaliere. Non si tratta del primo caso in Europa poiché in precedenza ne era stato già segnalato un altro in Slovenia ma la madre aveva deciso di interrompere la gravidanza.     Leggi l'articolo
Trenitalia ha recentemente acquisito il controllo di Trainose, la compagnia ferroviaria ellenica, sottoposta alla gestione dell'ente voluto dalla troika dei creditori internazionali della Grecia, il TAIPED, che si occupa delle privatizzazioni degli asset statali. Trenitalia è stato peraltro l'unico soggetto a partecipare all'asta e per al prima volta nella storia recente delle privatizzazioni in Grecia, non è stato chiesto dal TAIPED uno sforzo per produrre un'offerta migliore (in presenza di un solo partecipante all'asta) rispetto ai 45 milioni di euro proposti. Il quotidiano conservatore Kathimerini riporta estesamente la notizia aggiungendo anche il ventilato interesse di Trenitalia per un'altra...
Il 18 aprile 2015 avvenne quella che è stata considerata la più grave sciagura del Mediterraneo tra i viaggi con profughi a bordo, con circa 700 morti. L'agenzia giornalistica Ansa pubblica la notizia dell'avvenuto recupero dell'imbarcazione il cui relitto verrà trasportato in Sicilia nella rada di Augusta perché vengano recuperati i cadaveri al suo interno e per compiere tutti i rilevamenti utili affinché si possa poi creare una rete a livello europeo capace di risalire all'identità dei corpi mediante l'incrocio dei dati. Tutta l'attività di recupero e analisi è stata disposta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e vede la collaborazione dei Ministeri...
L'agenzia di informazione greca AMNA riporta un articolo, nella sua edizione in lingua inglese,  che informa sulla visita del segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon nella capitale greca per visitare il Centro di Solidarietà che fornisce servizi di assistenza medica, legale, psicologica e sociale ai gruppi più deboli della popolazione. Il segretario ONU si incontrerà con il presidente dell'organizzazione Stelios Zavos e con volontari ed impiegati del Centro. Ban Ki-moon, prosegue l'articolo, rimarrà nella capitale ellenica oggi (venerdì) e domani, per poi spostarsi sull'isola di Lesvos per incontrare rifugiati, migranti, richiedenti asilo politico e volontari dei centri...
Un interessante articolo di analisi proposto dal quotidiano spagnolo El Pais commenta il progressivo declino della forza spagnola in Europa. Dopo gli anni '80 e '90 di attiva e vivace presenza da parte dei raprpesentanti del governo di Felipe Gonzales, mantenutasi in qualche modo costante fino agli esecutivi di Jose Maria Aznar, sono seguiti i governi di Zapatero e l'attuale di Rajoy che non brillano certo per capacità propositiva né abilità nel creare alleanze in Europa. I brevi e laconici interventi del primo ministro Rajoy durante tutti i più recenti meeting a Bruxelles sono stati evidenziati da più osservatori come anche l'assenza al 50 per cento degli incontri europei sull'...
Rai News 24 riporta la notizia delle dimissioni rassegnate dall'ambasciatore dell'Unione Europea in Turchia Hansjoerg Haber. La causa alla base del gesto risiede nella gestione da parte di Ankara dell'accordo con Bruxelles in merito alla questione dei migranti. Già un mese fa Haber era stato convocato presso il Ministero degli Esteri turco dopo che aveva rilasciato alcune dichiarazioni piittosto critiche nei confronti della gestione del presidente Erdogan che aveva portato ad un blocco delle trattative tra le due parti a causa del veto posto dal presidente turco circa la modifica della legislazione antiterrorismo. Contemporaneamente il sito di informazione riporta le affermazioni di Angela Merkel secondo la quale un...
Il francese France24 pubblica un articolo di cronaca e commento sul recente arresto operato dalle autorità di polizia italiane in collaborazione con quelle inglesi e sudanesi di un eritreo ritenuto il responsabile del traffico di persone verso le coste settentrionali del Mediterraneo con una media di circa 8 mila persone all'anno. L'individuo, arrestato e condotto recentemente a Roma, sembrerebbe però non essere Medhanie Yehdego Mered, conosciuto come "il generale" ma un semplice migrante. Si tratterebbe dunque di uno scambio di persone e su questa eventualità sta compiendo le dovute indagini la procura della Repubblica di Palermo. La lotta al traffico clandestino di migranti e profughi viene...

Articoli

Invecchiamento della popolazione, crisi del debito e debolezza economica, cause o effetti dell'austerità?
Un recente rapporto del FMI consente di formulare alcuni interrogativi circa i principi che regolano l'orientamento e le politiche del Fondo stesso in questa particolare e ormai lunga congiuntura che vede i paesi del Mediterraneo al centro delle "attenzioni" di questa organizzazione...

Rassegna stampa

Domenica si svolgeranno nei Paesi Baschi e in Galizia le elezioni locali e i risultati potrebbero condizionare in maniera decisiva gli equilibri politici nazionali in Spagna, ormai da molti mesi bloccati nella ricerca rimasta senza esito di un nuovo esecutivo. L'articolo dell'Ansa...
Un attentatore suicida ha provocato la morte di decine di persone e il ferimento di quasi cento tra gli invitati ad un matrimonio curdo a Gaziantep, nel sud-est della Turchia in prossimità col confine siriano. È quanto riferisce in un suo articolo l'Ansa precisando che le...
Il pontefice si è recato in visita al campo di sterminio nazista di Auschwitz-Birkenau  (in Polonia, Oswiecim). Durante la visita papa Francesco ha mantenuto il voto del silenzio pregando per gli oltre un milione di deportati sterminati nel lager e ha poi scritto le seguenti parole...
L'edizione mediterranea dell'agenzia Ansa pubblica un articolo sul recente stanziamento da parte dell'Unione Europea di undici milioni di euro nell'ambito dei fondi di sicurezza per rafforzare le fasi di accoglienza e registrazione dei migranti diretti via mare in Italia e Grecia...
Il francese France24 pubblica un articolo sul primo caso in Spagna di neonato affetto da microcefalia a causa del virus zika. Il caso è stato segnalato a Barcellona ma i dettagli sul luogo nel quale la madre può aver contratto il virus non sono stati comunicati dalle autorit...
Il quotidiano della Confindustra pubblica un articolo sulla decisione di Ankara di sospendere i diritti umani e la validità della relativa convenzione dell'Unione Europea, a seguito dei fatti di venerdì scorso. La decisione ha comportato anche uno strascico polemico tra Ankara e...
L'inglese BBC riporta un esauriente articolo sulle indagini in corso in Francia dopo la strage del 14 luglio che è costata la vita a ottantaquattro persone. Il responsabile della carneficina, Mohamed Lahouaiej-Bouhlel, stava pianificando l'azione da un anno ed è stato...
Trenitalia ha recentemente acquisito il controllo di Trainose, la compagnia ferroviaria ellenica, sottoposta alla gestione dell'ente voluto dalla troika dei creditori internazionali della Grecia, il TAIPED, che si occupa delle privatizzazioni degli asset statali. Trenitalia è stato...
La Camera bassa del Parlamento francese ha approvato all'unanimità un emendamento alla legge sull'olocausto che copre tutti quegli avvenimento che la legge francese definisce come genocidio, crimine contro l'umanità, crimine di guerra o schiavitù. Il tedesco...
Il 18 aprile 2015 avvenne quella che è stata considerata la più grave sciagura del Mediterraneo tra i viaggi con profughi a bordo, con circa 700 morti. L'agenzia giornalistica Ansa pubblica la notizia dell'avvenuto recupero dell'imbarcazione il cui relitto verrà...
Il pontefice si è recato in visita al campo di sterminio nazista di Auschwitz-Birkenau  (in Polonia, Oswiecim). Durante la visita papa Francesco ha mantenuto il voto del silenzio pregando per gli oltre un milione di deportati sterminati nel lager e ha poi scritto le seguenti parole nel libro degli ospiti: "Signore abbi pietà della tua gente. Signore, perdona tanta crudeltà". Questa visita si colloca all'interno del percorso di rafforzamento dei rapporti tra il Vaticano e le comunità ebraiche iniziato proprio da Bergoglio ed è stata salutata con piacere e soddisfazione dal rabbino capo di Polonia Michael Schundrich, come riportato dal tedesco Deutsche Welle. Leggi l'articolo
Il quotidiano della Confindustra pubblica un articolo sulla decisione di Ankara di sospendere i diritti umani e la validità della relativa convenzione dell'Unione Europea, a seguito dei fatti di venerdì scorso. La decisione ha comportato anche uno strascico polemico tra Ankara e Parigi con la dichiarazione del ministro degli Interni turco (smentita da Parigi) sull'analogia della misura francese dopo le stragi di Parigi.Per il momento lo stato di emergenza e la sospensione dei diritti umani dureranno tre mesi e le autorità turche hanno dichiarato che la misura del coprifuoco non verrà implementata. Leggi l'articolo 
L'inglese BBC riporta un esauriente articolo sulle indagini in corso in Francia dopo la strage del 14 luglio che è costata la vita a ottantaquattro persone. Il responsabile della carneficina, Mohamed Lahouaiej-Bouhlel, stava pianificando l'azione da un anno ed è stato sopportato logisticamente da quattro persone, attualmente in stato di detenzione. Riguardo alla matrice dell'attentato l'Isis ha "arruolato" l'autore della strage tra i suoi soldati ma permangono dubbi, sottolinea il giornalista inglese, su tale legame e sembrerebbe piuttosto che Lahouaiej-Bouhlel fosse un "cane sciolto". Molte sono in Francia le polemiche sulla scarsità del dispositivo di sicurezza di Nizza e il...
La Camera bassa del Parlamento francese ha approvato all'unanimità un emendamento alla legge sull'olocausto che copre tutti quegli avvenimento che la legge francese definisce come genocidio, crimine contro l'umanità, crimine di guerra o schiavitù. Il tedesco Deutsche Welle pubblica un interessante articolo in cui sottolinea che il voto francese giunge a breve distanza dal riconoscimento tedesco del carattere di genocidio delle uccisioni commesse dall'esercito ottomano in Armenia. La Turchia ha sempre sostenuto la tesi che gli oltre un milione e 500 mia armeni morti tra il 1915 e il 1917 sono stati parte di una tragedia collettiva nella quale sia turchi che armeni sono morti. L'emendamento dovr...
Il quotidiano di informazione economica IlSole24ore pubblica un articolo sulla visita ufficiale del premier italiano Matteo Renzi in Russia, durante la quale Renzi avrà incontri ai massimi livelli compreso quello con Vladimir Putin, nell'ambito di un Forum economico. Gli accordi commerciali ed economici con Mosca, ha sottolineato Renzi, si inquadrano nell'ambito del rispetto delle sanzioni che l'UE ha inflitto alla Russia a seguito delle vicende legate alla questione Ucraina e sono stimati per un valore di oltre un miliardo di euro. In particolare, tra le aziende italiane impegnate in Russia c'è la Astaldi che a S. Pietroburgo sta realizzando un ponte dell'estensione di oltre 12 chilometri. Tra gli...
La sezione dedicata al Mediterraneo dell'agenzia Ansa dedica un breve ma interessante articolo alle recenti dichiarazioni di Aleksandar Vucic, premier uscente e incaricato di formare il nuovo governo in Serbia. In un'intervista televisiva Vucic ha affermato essere sua convinzione che la crescita del Pil serbo durante il 2017 si attesterà tra il 2,5 e il 3 per cento, una percentuale doppia rispetto a quella della Germania, come ha tenuto a sottolineare lo stesso Vucic. Pur non entrando nel merito delle sue affermazioni e chiarendo il gap che sussiste tra le due economie il presidente serbo ha ribadito la previsione per cui la Serbia il prossimo anno si collocherà tra i primi tre paesi in Europa per incremento del...
Il tedesco Deutsche Welle presenta un interessante servizio di analisi sulle modalità con le quali le autorità italiane stanno cercando di gestire i nuovi flussi di migranti e profughi che nelle ultime settimane sono in evidente aumento. Nonostante le difficoltà e i pericoli della traversata del Mediterraneo, sostiene il sito tedesco di informazione, le persone che stanno cercando di compiere il viaggio dalle coste settentrionali dell'Africa verso l'Italia sono in costante crescita e numerosi vascelli sono affondati o si sono rovesciati. Decine di migliaia di persone sono state tratte in salvo dalla Guardia Costiera italiana e i flussi non sembrano affatto diminuire. Guarda il servizio
L'inglese "The Guardian" pubblica un articolo di cronaca e analisi che prende spunto dall'ultima, in ordine di tempo, strage di migranti nelle acque del Mediterraneo tra la Sicilia e la Libia. La Guardia Costiera è riuscita a trarre un salvo 135 persone a fronte di 45 corpi recuperati in mare e di una stima imprecisata di altri dispersi. I rappresentanti di alcune ong presenti in Sicilia tra cui Medici Senza Frontiere hanno rilevato un incremento notevole di flussi dalla costa settentrionale dell'Africa verso l'Italia s partire dalla decisione assunta da molti Stati dei Balcani di chiudere le loro rispettive frontiere nel cosiddetto "corridoio balcanico". In meno di una settimana, ha stimato la...
L'agenzia France24 pubblica un interessante resoconto della recente ricerca condotta da Amnesty International circa le intenzioni verso l'accoglienza ai profughi provenienti dalle aree di crisi, prima fra tutte la Siria. Dal cosiddetto "Refugees Welcome Index" emerge che i cittadini di Germania, Inghilterra (29 per cento) e Cina (46 per cento) si attestano come i più accoglienti, nelle intenzioni, per i migranti e profughi mentre agli ultimi posti si collocano Russia, Indonesia e Thailandia. L'Indice rappresenta dunque una disposizione, sottolinea France24, ad accogliere i profughi e in generale, a livello mondiale, la statistica riporta di un 10 per cento della popolazione disposta ad accogliere nella...
I recenti dati forniti dall'Agenzia europea di statistiche Eurostat rivedono al ribasso le previsioni di crescita dei paesi dell'Unione e di quelli appartenenti all'area euro. Per il primo quarto del 2016 si è infatti passati dallo 0,6  allo 0,5 per cento e anche il PIL complessivo dei 28 paesi dell'Unione è stato ritoccato dall'1,6 all'1,5 per cento. L'inglese BBC World News pubblica un esauriente articolo di analisi dei dati di Eurostat e sottolinea che la maggioranza dei 19 paesi dell'area euro abbiano segnato, rispetto agli altri, tassi di crescita superiori. Soltanto Lituania e Grecia hanno manifestato una contrazione rispettivamente dello 0,4 e 0,1 per cento mentre la Germania ha...

Monografie

Gli eccellenti rapporti con i Paesi arabi, e con i Paesi della Sponda meridionale del Mediterraneo, sono stati una costante della nostra politica estera. Ottenuti grazie all’originale modello di diplomazia dell’amicizia, elaborato nel secondo dopoguerra ma puntualmente praticato,...
  Nella suggestiva area delle montagne proibite, attraversate dalla via della seta, le acque orientali del Mar Caspio lambiscono le coste del Turkmenistan e del Kazakhstan, mentre le vaste distese di praterie, vallate e ghiacciai più ad oriente, prima della Cina, caratterizzano il...
Il volume ricostruisce la storia dei rapporti diplomatici fra l’Italia e le sei Monarchie petrolifere del Golfo, nei venti anni compresi fra la guerra di liberazione del Kuwait e l’esplosione delle “primavere arabe”. Si tratta di Paesi che basano la propria economia sulla...
Il volume, preparato sotto il coordinamento scientifico del dott. Francesco Anghelone, ripercorre la storia recente dei rapporti tra la Santa Sede e la Turchia. L'Autore, attraverso un approfondito studio dei documenti presenti sia presso l'Archivio Segreto Vaticano che presso diversi...
Il volume presenta una puntuale narrazione d'insieme delle intense relazioni bilaterali fra l'Italia e i Paesi arabi del Mediterraneo nei venti anni compresi fra la "caduta del Muro" e l'elezione del presidente americano Barak Obama. In questi venti anni, nonostante...

Volumi/recensioni

Amir Aczel, matematico di professione, è un autore le cui doti di divulgazione scientifica sono conosciute ed apprezzate da tempo. In questo lavoro si cimenta con uno degli strumenti fondamentali della Geografia (ma anche della storia dell'umanità e delle scoperte scientifiche)...
  “Noi Terroristi” di Mario Giro, attuale sottosegretario agli Esteri, è un libro di analisi e di storie. Le storie sono quelle dei giovani attentatori di Parigi, del 1995 e del 2015, che a distanza di venti anni presentano numerosi tratti comuni. Dalla matrice jihadista...
  Nell’edizione 2015 del Rapporto sulle economie del Mediterraneo gli autori dei vari saggi sono stati chiamati ad offrire ai lettori uno sguardo più ampio su quanto è accaduto nell’area mediterranea negli ultimi dieci anni, uno sguardo che tenesse conto dei...
Loretta Napoleoni è un'economista internazionale con grande esperienza maturata su questioni legate ai gruppi terroristici e al riciclaggio di denaro. In questa sua recente pubblicazione propone un'interessante analisi della nascita e delle caratteristiche fondamentali del gruppo...
  Si propone la lettura dell’interessante volume di Rosita Di Peri, ormai a quasi cinque anni dalla sua prima edizione, perchè colma una grave lacuna nella pubblicistica italiana sul Libano, sulla sua storia e sui suoi peculiari assetti socio-istituzionali. Eppure lo studio...
Il presente volume si concentra sullo spazio marittimo del basso Adriatico in un epoca in cui questa zona era di confine tra Venezia e la Sublime porta, due potenze in conflitto tra loro. Tra gli avvenimenti periodizzanti nella storia delle relazioni tra Oriente ed Occidente a cui l'autore fa...
  Il volontariato è un fenomeno strettamente connesso alla gratuità. Sembra perciò destinato alla insignificanza in una società strutturata sulla produzione per il mercato e lo scambio di equivalenti. Di lavoro volontario dunque non dovrebbero occuparsi gli...
In questo lavoro lo storico contemporaneista Salvatore Lupo ordinario dell'università di Palermo prende in rassegna le varie definizioni e analisi che della mafia sono state date nel tempo. Con il suo consueto e schietto piglio critico Lupo espone i limiti e gli errori di tante analisi...
  Il libro di Riccardo Redaelli e Andrea Plebani racconta l’Iraq dal 1869, anno dell’arrivo a Baghdad del governatore Midhat Pasha che aveva il compito di attuare le ‘Tanzimat’ ottomane (un complesso sistema di riforme), fino alle elezioni politiche del 2010,...
  Domenico Quirico, caposervizio esteri de La Stampa, ha vissuto per 5 mesi come prigioniero di Al Nusra, la diramazione di Al Qaida in terra siriana, dal 9 aprile all’8 settembre del 2013. Proprio in quei mesi le forze di Assad, anche grazie all’aiuto di Hezbollah, avevano...

Copyright ©2014 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail