Nelle ultime settimane, la questione siriana è stata al centro dell’attenzione nel dibattito in seno alla Comunità internazionale. In particolare, sono due gli eventi sui quali è necessario soffermarsi: a) l’utilizzo di armi chimiche nel bombardamento compiuto il 4 aprile nella provincia di di Idlib, che ha causato 72 morti, molti dei quali minori; b) l’attacco armato statunitense del 7 aprile in territorio siriano. Per quanto concerne il primo aspetto...
«Dopo i primi due mesi per lo più disastrosi, nelle due ultime settimane il presidente Trump ha dato buona prova di sé in politica estera agendo con decisione in Siria, avendo come possibile partner la Cina nella questione nordcoreana, migliorando le relazioni con la Nato e affrontando le delicate tensioni con la Russia. Perché Trump sta prendendo migliori decisioni ora?»si domanda il commentatore statunitense David Ignatius in un articolo pubblicato sul filo-...
Sulla scena politica internazionale senza dubbio l’avvenimento più significativo è stata la firma della Dichiarazione di Roma che ha suggellato le celebrazioni ufficiali per i “Sessant’anni d’Europa”. L’Istituto “S.Pio V” per volontà del suo Presidente Antonio Iodice, convinto e convincente europeista, ha organizzato un variegato ventaglio di importanti iniziative culturali ed editoriali finalizzate a promuovere, senza mai...
Il processo di integrazione europea costituisce ormai un dato di fatto irreversibile, che neanche taluni recenti sviluppi negativi come la Brexit possono rimettere in discussione. Sessanta anni sono comunque un intervallo di tempo sufficiente per un sereno e ponderato giudizio sul percorso europeista. Oggi è più che mai importante ricordare quella mirabile stagione che produsse i Trattati di Roma e la nascita dell’Europa unita, grazie all’impegno di statisti...
Secondo l’art. 1 del TUE, il Trattato di Lisbona segna una nuova tappa nel processo di creazione di un’unione sempre più stretta tra i popoli dell’Europa, in cui le decisioni sono prese nel modo più trasparente possibile e il più vicino possibile ai cittadini. Questo principio giuridico della “ever closer Union”, che sin dall’entrata in vigore dei Trattati di Roma, di cui si sono appena celebrati i 60 anni dalla firma, ha guidato il...
Non si placano le polemiche e le accuse reciproche tra la Turchia e la  Germania. È di martedì  28 marzo l'ennesimo episodio di quella che è stata interpretata come una seria crisi diplomatica e questa volta l'accusa parte dalla Germania con alcune gravi dichiarazioni di un esponente politico di alto livello. Il ministro degli Interni della Bassa Sassonia Boris Pistorius ha infatti affermato che “In relazione all'atteggiamento delle autorit...
Se la visita del generale Khalīfa Belqāsim Ḥaftar a bordo della portaerei russa Ammiraglio Kuznestov, al largo della Cirenaica, ha sancito simbolicamente il ritorno del Mare Nostrum come area di primo piano sulla scena internazionale, le ragioni alla base dell’attuale “clima bellico” che si respira nelle sue acque, disseminate di navi militari, vanno ricercate nei profondi cambiamenti che hanno inciso sul bacino negli ultimi decenni. L’analogia con la...
L'Algeria che è riuscita a passare indenne attraverso la cosiddetta “primavera araba”, ha ancora molte sfide da affrontare per compiere il suo processo di transizione verso forme di organizzazione della vita politica ed economica più democratiche e moderne. Questo processo era già cominciato nel 1989 quando, dopo le proteste dell'anno precedente (una sorta di “primavera algerina”) culminate in un bagno di sangue, il regime aveva cominciato...
L'Algeria che è riuscita a passare indenne attraverso la cosiddetta “primavera araba”, ha ancora molte sfide da affrontare per compiere il suo processo di transizione verso forme di organizzazione della vita politica ed economica più democratiche e moderne. Questo processo era già cominciato nel 1989 quando, dopo le proteste dell'anno precedente (una sorta di “primavera algerina”) culminate in un bagno di sangue, il regime aveva cominciato...
«Il segnale è chiaro: riparare quello che è stato distrutto da Obama e restaurare le relazioni speciali tra gli Usa e l’Arabia Saudita, nate durante l’incontro tra il re ‘Abd al-‘Aziz e il presidente statunitense Theodore Roosevelt sull’incrociatore Quincy dopo la fine della seconda guerra mondiale». Così commenta[1] il noto analista arabo ‘Abd al-Rahman Rashed del quotidiano filo-saudita al-Sharq al-Awsat il vertice di met...

Copyright ©2014 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail