La recente visita di Stato del leader russo Vladimir Putin in Grecia ha riportato all'attenzione di analisti e commentatori la variegata situazione dei rapporti tra la Russia e i paesi dell'Unione Europea. Durante i colloqui con il primo ministro Alexis Tsipras le principali questioni trattate hanno riguardato la valorizzazione delle possibilità di investimento nei settori pubblico e privato. I settori principali in cui questi rapporti possono rafforzarsi, ha dichiarato Tsipras...
Mentre l’attenzione dell’opinione pubblica sul Mediterraneo è tutta rivolta alle sue gravi crisi, alle guerre civili, ai nuovi regimi e alle transizioni, alle tensioni interconfessionali e alle ondate migratorie da Sud a Nord, l’ambiente sottomarino del bacino del Levante sta rivelando, con scoperte sempre più frequenti e sorprendenti, un enorme potenziale energetico, soprattutto gassifero. Il futuro assetto geopolitico del Mediterraneo risentirà...
I festeggiamenti per i dieci anni dall'indipendenza dalla Serbia sono al centro del dibattito politico e sociale in Montenegro e le opinioni non sono sempre concordi. Innanzitutto esiste una sovrapposizione tra questo anniversario e gli storici festeggiamenti per i mille anni dalla morte del principe Vladimir. Entrambe le ricorrenze sono poi assai controverse: il referendum di dieci anni fa che sancì il distacco dalla Serbia ebbe un risultato sul filo di lana tale che emersero...
I legami di dipendenza politica e diplomatica che l'Unione Europea sta stringendo sempre più con la Turchia destano preoccupazioni e timori in molti commentatori internazionali alla luce dei recenti sviluppi interni turchi. Le tendenze sempre più autocratiche del presidente Erdogan rendono problematico per l'Unione Europea appoggiarsi ad esso per decidere le sue politiche sui rifugiati. Un rapporto del genere, commentano giornalisti europei, e soprattutto le sue ricadute...
Nei delicati e problematici rapporti tra le autorità di Bruxelles e quelle di Ankara il ruolo della normativa turca in materia di terrorismo sembra centrale e potrebbe determinare l'evolversi oppure la paralisi delle trattative iniziate qualche mese fa. Dal punto di vista della Turchia l'obiettivo principale è quello di ottenere il libero transito dei suoi cittadini sul territorio dell'Unione Europea senza la concessione del visto di ingresso. Sulla questa strada,...
Per la prima volta nella sua storia, l'Unione Europea è prossima a certificare ufficialmente, attraverso la sua Commissione, la violazione dei trattati in materia di finanze e debito pubblico, da parte di Portogallo e Spagna, con l'Italia sullo sfondo. Il riconoscimento della Commissione dell'assenza di "sforzi sufficienti" per ottenere una diminuzione dei rispettivi deficit potrebbe portare a breve all'attivazione della procedura di imposizione di sanzioni a...
Lo scorso 8 maggio si sono tenute le elezioni amministrative a Beirut e nella valle della Bekaa, si tratta del primo appuntamento elettorale per i libanesi dopo quattro anni di rinvii, in un clima di stallo politico e istituzionale e, per tutto il mese, continueranno a svolgersi, in modo scaglionato, in gran parte del resto del Paese. Nonostante le numerose sedute al Parlamento per l’elezione del presidente della Repubblica, carica vacante dal maggio del 2014 e occupata ad interim dal...
Nella lunga e difficile trattativa tra le autorità europee e la Turchia sulla questione della gestione dei flussi di migranti e profughi provenienti principalmente (ma non solo) dalla guerra civile siriana si inseriscono anche e con forza le aspettative e le richieste del governo cipriota. Tra i punti chiave che Bruxelles ha deciso di mettere sul piatto della bilancia c'è anche la concessione dei visti ai cittadini turchi desiderosi di recarsi nei paesi dell'Unione...
La notizia delle dimissioni di Ahmet Davutoglu ha suscitato in Europa tutta una serie di commenti e analisi sulle ripercussioni che questa decisione potrebbe avere nei rapporti tra l'Unione Europea e la Turchia in un frangente, quello attuale, dominato dalle questioni dei profughi provenienti dalle aree di guerra e crisi in Medioriente, Africa subsahariana e Asia e di nazionalismi sempre più aggressivi e politicamente incisivi. Come è ragionevole aspettarsi tra i paesi...
In Serbia si sono svolte domenica scorse le elezioni politiche nelle quali è risultato vincitore il partito del primo ministro uscente Aleksandar Vucic con oltre il 48 per cento delle preferenze mentre a 30 punti percentuali di distanza si è attestato al secondo posto il Partito Socialista. Già da prima delle elezioni il risultato era dato per scontato da osservatori e analisti politici interni che vedevano nell’”uomo forte” del paese a capo del partito...

Copyright ©2014 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail