Il premio Nobel per la pace alla società civile tunisina

Il premio Nobel per la pace alla società civile tunisina

Il Nobel della Pace è stato dato al Quartetto per il dialogo nazionale Tunisino, quattro organizzazioni che si sono spese per accompagnare il Paese nel difficile processo di transizione. Si tratta dell’Unione generale tunisina del lavoro, la Confederazione dell’industria del commercio e dell’artigianato, la Lega tunisina per i diritti dell’uomo e l’Ordine nazionale degli avvocati di Tunisia. L’unico fiore sbocciato dalla primavera araba, vive ancora gravi momenti di tensione e la minaccia terroristica, sempre dietro l’angolo, contribuisce alla fragilità delle sue istituzioni e della sua economia. La comunità internazionale, che ha supportato la Tunisia (tra gli accordi di libero scambio e il partenariato per la mobilità con l’Ue e la partecipazione con lo status di “alleato maggiore” della Nato), sembra essere determinata, almeno in questo caso, a non lasciar solo un Paese che sta affrontando il suo cambiamento epocale con lo sforzo congiunto di società civile, amministratori, laici e musulmani insieme.

Qui l'articolo di Tunis Afrique Presse

9/10/2016

Copyright ©2014 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail