La libertà di stampa sotto assedio in Turchia

La libertà di stampa sotto assedio in Turchia

Il francese France24 dedica un interessante articolo ai recenti fatti in Turchia che hanno visto imporre l'azzeramento dello staff di redazione del popolare quotidiano Zaman da parte di un tribunale che ha anche deciso la sostituzione con un gruppo ben più in linea col governo e con il presidente Erdogan. La prima edizione del quotidiano dopo questa decisione, infatti, presentava articoli e commenti apologetici nei confronti dell'establishment. Per imporre la decisione del tribunale è stato necessario l'intervento della polizia che è entrata con la forza nei locali del quotidiano e ha lanciato lacrimogeni per disperdere la folla di manifestanti radunati all'esterno per protestare contro la misura. Il commento dell'agenzia francese sottolinea come questa misura giunga poco prima del fondamentale incontro in Turchia tra i massimi rappresentanti dell'Unione Europea, Donald Tusk in testa, e il governo turco per discutere della drammatica questione dei profughi. Rileva il pezzo che la reazione di Bruxelles all'iniziativa turca, considerata da più parti una minaccia seria per la libertà di stampa nel paese, è stata molto timida e non andrà oltre qualche nota di preoccupazione proprio a causa dei colloqui imminenti nei quali, l'approccio negoziale europeo è (ma questo da tempo) molto poco assertivo nei confronti delle pretese di Ankara.

Leggi l'articolo

Autore: 
Redazione Osmed

Copyright ©2014 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail