La lotta al traffico di individui e le sue insidie

La lotta al traffico di individui e le sue insidie

Il francese France24 pubblica un articolo di cronaca e commento sul recente arresto operato dalle autorità di polizia italiane in collaborazione con quelle inglesi e sudanesi di un eritreo ritenuto il responsabile del traffico di persone verso le coste settentrionali del Mediterraneo con una media di circa 8 mila persone all'anno. L'individuo, arrestato e condotto recentemente a Roma, sembrerebbe però non essere Medhanie Yehdego Mered, conosciuto come "il generale" ma un semplice migrante. Si tratterebbe dunque di uno scambio di persone e su questa eventualità sta compiendo le dovute indagini la procura della Repubblica di Palermo. La lotta al traffico clandestino di migranti e profughi viene condotta su più fronti e l'individuazione dei responsabili della lunga catena risulta essere un momento cruciale, come sottolinea anche l'articolo francese. Secondo l'UNHCR sono giunte sulle coste italiane durante il 2016 oltre 48 mila e 500 persone provenienti dall'Africa mentre dal 2014 oltre 10 mila sono quelle che hanno perso la vita nel tentativo di effettuare la traversata.

Leggi l'articolo

Autore: 
Redazione Osmed

Copyright ©2014 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail