L'Unione Europea e la sua sponda sud: Schengen in discussione?

L'Unione Europea e la sua sponda sud: Schengen in discussione?

Il turco Today's Zaman pubblica un interessante ed equilibrato articolo di analisi circa il recente incontro tenutosi ad Amsterdam tra i ministri degli Esteri dei paesi dell'Unione Europea. Al centro delle discussioni la questione della gestione del massiccio flusso di profughi e rifugiati dal Medioriente e dall'Africa. Il ministro tedesco Thomas de Maiziere, sostenuto dal collega austriaco e da quello svedese, hanno ventilato in maniera minacciosa la possibilità di escludere Atene dall'area Schengen poiché non sarebbe in grado di controllare i propri confini con la Turchia, attraverso i quali giunge la stragrande maggioranza dei profughi. Minori riferimenti sono stati sollevati per l'Italia, anch'essa responsabile della non attivazione di tutti i centri di registrazione, i cosiddetti "hot spots", dei migrani in entrata. Il commissario europeo alle migrazioni Dimitris Avramopoulos (greco anch'esso seppur del partito attualmente all'opposizione) ha negato che la questione dell'applicazione dell'articolo 26 del trattato sia mai stata sollevata (articolo che tratta dell'esclusione dalle clausole di Schengen) ma le sue parole di circostanza non sembrano aver convinto gli osservatori.

Leggi l'articolo

Autore: 
Redazione Osmed

Copyright ©2014 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail