Priorità assoluta ai diritti umani. L'Onu prende posizione sulla Grecia

Priorità assoluta ai diritti umani. L'Onu prende posizione sulla Grecia

L'Ufficio dell'Alto commissariato per i Diritti umani delle Nazioni unite ha emesso un comunicato in cui si sottolinea l'assoluta urgenza di un accordo sulla Grecia, rispettoso dei diritti umani e in grado di non deteriorare la già grave situazione economica e sociale dei cittadini. Le condizioni richieste dai creditori, a partire dal 2010, per erogare i prestiti, prosegue il comunicato, non soltanto non hanno rimesso in sesto l'economia greca portandola invece a livelli di drammatica debolezza ma hanno aggravato i dati relativi alla disoccupazione, alla povertà ed esclusione sociale rilevati dai commissari dell'Onu negli ultimi due anni. Si esprime inoltre disappunto per l'incapacità del Fmi e dell'Ue nel proporre una soluzione senza misure regressive di austerità e per le ingerenze dei leader di Stati dell'Ue sullo svolgimento del referendum in Grecia, definito una delle migliori tradizioni democratiche di governo. Il governo greco, si sottolinea, ha agito in conformità dell'art. 103 della Carta delle Nazioni unite per il quale nessun trattato o accordo sui pagamenti può obbligare un paese membro a violare i diritti civili, culturali, economici, politici e sociali dei suoi cittadini né può violare la sovranità di uno Stato.

 

Leggi l'articolo

Autore: 
Redazione Osmed

Copyright ©2014 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail