Iran

Il terzo numero dei Quaderni Mediterranei, a cura di Matteo Pizzigallo, si occupa delle evoluzioni politico-istituzionali e del posizionamento internazionale di alcuni dei Paesi dell'area Mena, in un contesto regionale sempre più instabile e teso. Vi è inoltre presente un saggio sul problema delle risorse idriche. In particolare, i saggi riflettono i risultati del primo anno di una ricerca promossa dall'Istituto di Studi Politici "S. Pio V" finalizzata a dare vita a un possibile modello di analisi predittiva dello scenario mediterraneo prossimo venturo.

 

L’incontro del 30 ottobre scorso a Vienna per la Siria, pur in assenza di una decisione congiunta per una soluzione della crisi e per la gestione del dopoguerra, rappresenta un significativo momento di svolta e accende una flebile speranza per la pace.

 

Dell’accordo quadro sul programma nucleare iraniano raggiunto a Losanna nel pomeriggio del 2 aprile tra il gruppo 5 + 1 (che comprende i Paesi membri permanenti del Consiglio di Sicurezza dell’Onu e la Germania), l’Unione Europea e l’Iran, dopo due anni di negoziato, ne è stata da più parti messa in evidenza la portata storica.

Copyright ©2014 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail